L’intervento ha come oggetto la realizzazione di un edificio residenziale unifamiliare per un numero massimo di 6 abitanti, con la possibilità in futuro di ricavare due unita abitative intervenendo semplicemente nello spazio distributivo centrale.

Il progetto si configura come un elemento di grande dimensione (vedi le vecchie case coloniche), contaminato nei vari fronti per istaurare un rapporto con l’immediato intorno e mettere in comunicazione gli spazi interni della casa con l’esterno attraverso delle aperture mirate a ritagliare particolari viste sul paesaggio e a “ritmare” la luce nell’arco della giornata e delle stagioni

Il progetto ha utilizzato le linee guida per l'architettura sostenibile SB100